TEORIA DEGLI STADI

Il campionato di un giocatore attraverso gli scoop dei giornalisti. Il sogno della laurea di una steward allo stadio. L’Italia vista dalla prospettiva di un chiosco, di una panchina, di un elicottero, di una sala operatoria.
I banchi del liceo, il profumo di primavera, i campi in terra, le librerie di notte.

“Sociologia applicata al calcio. Tutto all’ultimo minuto”.

“Prima che la partita cominci la steward si fa la coda di lato, come quando andava a ballare la domenica pomeriggio, da ragazzina.
In fondo, è uguale. Stadi, discoteche pomeridiane. La stessa voglia di evadere, di innamorarsi, di ballare, di gridare. Lo stesso batticuore, forse la stessa rabbia”.